flautista

I miei maestri sono stati Roberto Fabbriciani e Antonmario Semolini. Dopo il diploma al Conservatorio di Torino, ho iniziato un’attività concertistica, soprattutto di musica da camera, prima con un repertorio classico e barocco in formazioni con archi (musiche di Mozart, Beethoven, J.S.Bach, J.Ch. Bach) poi in quello novecentesco, per me più congeniale, con una formazione con archi e arpa (Debussy, Malipiero, Villa Lobos, J. Ibert, M. Reger). Mi ha particolarmente appassionato partecipare in contesti teatrali, come flauto solista ad eseguire musiche di scena per l’Estate Teatrale Veronese, in un allestimento scespiriano, a fianco di un attore come Gabriele Lavia e per letture poetiche (eseguendo musiche per flauto solo di Maderna, Fukushima, Varése, Debussy) e con una personalità del calibro del poeta Edoardo Sanguineti.
Attualmente mi occupo di jazz e dove vivo, in Spagna, delle sue commistioni con la musica flamenca.


 

Anuncios