attività di ricerca e pubblicazioni

Dopo la laurea, sollecitato da Enrico Fubini, considerato il pioniere dell’estetica musicale in Italia, ho elaborato un saggio nel quale ho sviluppato alcune riflessioni sull’argomento della mia tesi dottorale: il tempo musicale in Debussy e le sue implicazioni con la filosofia bergsoniana.
Negli anni ’90, molto coinvolto ed interessato nella musica del ‘900, ho quindi proseguito un’indagine su alcuni aspetti della musica corale di Igor Stravinskij e Olivier Messiaen, sia dal punto di vista analitico che storico critico: per la rivista “La Cartellina”, scrivo una serie di saggi su questi repertori di questi due autori.
Nel 2009, curo e presento l‘Incontro di studi “Maderna e l’Italia musicale degli anni ’40”, quindi, in collaborazione con Gabriele Bonomo, nel 2012, ne curo la pubblicazione degli atti (vedi presentazione) scrivendone il saggio introduttivo, “Le ragioni di un ritorno a Verona di Bruno Maderna”.

Pubblicazioni

Tempo musicale in Debussy – Influssi bergsoniani e apertura verso una riflessione sul tempo nella musica, in “Nuova Rivista Musicale Italiana”, Roma, Nuova ERI, 1992.

Tre cori per la chiesa russa – La maturazione della scrittura corale nella musica sacra di Stravinskji, in “La Cartellina”, Milano, Ed. Suvini Zerboni, settembre 1992

Esperienza seriale e scrittura corale nell’anthem “The dove descending breaks the air” di Stravinskij (su testo poetico di J. S. Eliot), in “La Cartellina”, Milano, Ed. Suvini Zerboni, settembre 1993.

Misticismo e magistero compositivo di Olivier Messiaen, in “La Cartellina”, Milano, Ed. Suvini Zerboni, gennaio 1993.

Per una lettura dei Cinq Rechants di Messiaen, in “La Cartellina”, Milano, Ed. Suvini Zerboni, gennaio 1994

Maderna e l’Italia musicale degli anni ’40, atti dell’Incontro di studio, Verona 10 ottobre 2009, a cura di Gabriele Bonomo e Fabio Zannoni, Milano; Fabio Zannoni, saggio introduttivo, “Le ragioni di un ritorno a Verona di Bruno Maderna”, ed. Suvini Zerboni, 2012

Programmi di sala, presentazioni di concerti, festival, edizioni discografiche

Ho scritto numerosi testi e approfondimenti sui vari repertori e collaborazioni con le seguenti Istituzioni musicali e teatrali: Teatro Regio di Torino, l’Arena di Verona, l’Accademia Filarmonica di Verona, Regensburg Festival in Germania. Quindi con diverse case discografiche italiane e straniere: Frequenz, Europa, Sipario, Stradivarius, la tedesca Arts Music e le inglesi Hyperion e Naxos.

Incontri, conferenze, tavole rotonde

Sono stato coordinatore dell’Incontro di Studi, Maderna e l’Italia musicale degli anni ’40, 10 ottobre 2009 (vedi programma), Auditorium “I. Montemezzi”, presso il Conservatorio E. F. dall’Abaco di Verona dove ho presentato la relazione introduttiva: “Le ragioni per un ritorno a Verona di Bruno Maderna”

Ho inoltre ideato, promosso e coordinato, nell’ambito di VeronaContemporanea, una serie articolata di incontri, conferenze e tavole rotonde affidate a studiosi e artisti di vari orientamenti come Franco Fabbri, Pietro Menarini, Ariel Toaff, Giordano Montecchi, Cristina Zavalloni, Staffan Mossenmark, Ilaria Berteletti, Leo Izzo, Emanuele Arciuli, Luigi Meneghelli, Mario Baroni, Rossana Dalmonte, Enzo Restagno.

Nel dicembre 2015 ho avuto nuovamente l’occasione di parlare dell’esperienza maderniana
in occasione dell’Omaggio a Maderna del Milano Festival, al Museo ‘900 di Milano, assieme a Gabriele Bonomo, Carlo Miotto e Roberto Fabbriciani, con un intervento dal titolo: “Bruno Maderna: gli anni ’40 e l’opera per flauto”.

Interventi alla radio nazionale

Sono intervenuto più volte alla radio nazionale per parlare dei temi legati a VeronaContemporanea, sia come direttore e ideatore del Festival che come regista di alcuni allestimenti, nella trasmissione “Radio 3 suite” (il 12/04/09, il 10/10/09, il 24/03/2010, il 19/11/10, l’11/02/12 e 12/05/12).


 

Anuncios